acimolese

Blog

Una stampante che viene collegata alla rete serve per poter stampare senza avere più fili tra computer o dispositivi portatili dai quali stampare. L’uso sostanzialmente è complicato, ci basta di base installarla e configurare le varie specifiche con il nostro PC.

Negli uffici queste stampanti sono molto comuni, ma ormai le troviamo anche in ambito domestico e fanno comodo a tutta la famiglia per stampare velocemente con un unico dispositivo da qualsiasi stanza della casa. Non ci sono più fili tra i piedi né collegamenti ulteriori da fare. Dal punto di vista estetico di base non c’è una grossa differenza tra una stampante di rete e una stampante tradizionale. Infatti la tecnologia di stampa non cambia ma solo il collegamento, perché la prima viene collegata tramite cavo Ethernet o Wi-Fi a un router ed è disponibile per qualsiasi altro dispositivo connesso.

Le stampanti comuni solitamente si collegano tramite USB, alcune più moderne anche Wi-Fi, però si possono usare solo con un dispositivo per volta. Mentre configurando la stampante di rete in maniera corretta, è possibile tranquillamente realizzare qualunque stampa in modo molto semplice. Oggi negli uffici sono sempre più comuni perché le multifunzione di rete, vengono generalmente usate per acquisire documenti e inviare fax. Naturalmente le stampanti di rete si possono usare con qualsiasi strumento, sia tablet che smartphone di tutte le marche e con tutti i sistemi operativi. Bisogna sottolineare che per installare una stampante di rete potrebbe non essere semplice, se non sei un minimo esperto magari è possibile riscontrare dei problemi, ma di base ormai i nuovi modelli sono sempre più semplici e pratici da utilizzare.

Le stampanti di rete più comuni si possono collegare in buona sostanza mediante un cavo o connessione wireless. Nel primo metodo quindi la periferica viene connessa ad un computer che poi sarà rilevato da tutti gli altri dispositivi che fanno parte del network. Mediante il Wi-Fi si sfrutta la connettività senza fili che viene integrata nella stampante stessa. Innanzitutto come per qualsiasi altra stampante, anche per quella di rete occorre innanzitutto andare ad installare i driver necessari, che vengono forniti con il CD oppure sono scaricabili dal sito Internet del produttore. Il software di gestione si apre in automatico per azionare anche la configurazione della stampante di rete, con un wizard che permetterà di usarla sia con connessione cablata che senza fili. A volte questi comandi sono sul display a cristalli liquidi delle periferiche e bastano pochi davvero pochi click per avere la stampante funzionante.